General Contractor_Chiavi in mano_Bianchetti
Suggerimenti

Chiavi in mano: come capire se chi offre questo servizio è un General Contractor

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una crisi dell’edilizia che è divenuta strutturale per come ha colpito il modello d’impresa più che il settore. Per sopperire al calo della domanda, molte piccole imprese, molti studi e anche molti artigiani, hanno iniziato a offrire ai clienti servizi edilizi “chiavi in mano”, sebbene non sempre si tratti d’iniziative che abbiano gli estremi per essere considerate tali.

Nato per esonerare il cliente dai tanti fastidi di una gestione autonoma dell’intervento edilizio e per offrire un servizio completo e di livello, il “chiavi in mano” può infatti essere davvero vantaggioso per il committente.

D’altra parte gestire un cantiere in cui devono operare in modo coordinato differenti maestranze non è facile, perché richiede innanzitutto un’estesa e solida competenza tecnica delle varie discipline necessarie in ogni parte del progetto, ma anche una congrua capacità organizzativa del percorso lavori e la predisposizione a farsi portatori degli interessi del cliente.

Nel mondo anglosassone, con particolare riferimento agli Stati Uniti, già da diversi decenni si è affermata la figura del General Contractor, cioè quella di un operatore esperto e accreditato il cui compito è proprio organizzare e gestire interventi edilizi completi.

Non tutti gli operatori del settore che da noi hanno recentemente iniziato a proporre servizi “chiavi in mano” possiedono i requisiti per sostenere e mandare a buon fine iniziative così complesse.

Il risultato è quindi che i clienti oggi sono bombardati da offerte “chiavi in mano” di ogni tipo e, conseguentemente, non sanno quale sia la differenza tra le varie imprese e, pertanto, l’effettiva qualità del servizio erogato da ognuna.

Per aiutare i nostri lettori a districarsi tra questo numero infinito di soluzioni e proposte, abbiamo stilato una lista di caratteristiche che qualifica un operatore edile come General Contractor. Per definirsi tale e fornire un servizio valido, il General Contractor deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Struttura tecnica interna
  • Esperienza comprovata nella gestione di cantieri
  • Servizio post-vendita
  • Assicurazione RCT/O con un massimale di 2 milioni di Euro
  • Albo fornitori certificato

Affidare la gestione dell’intervento edilizio a un General Contractor con questo profilo significa avere maggiori garanzie che tutto sia eseguito a regola d’arte e che non ci saranno brutte sorprese nel corso dei lavori o successivamente.

Significa vivere meglio un’esperienza unica che è anche il più grosso investimento di denaro ed energie: quello di realizzare il proprio sogno abitativo.

Interessato a quello che un General Contractor come Bianchetti può offrirti?
Contattaci per un preventivo gratuito.

Precedente Successivo

Leggi anche...

Nessun commento

Scrivi un commento